Menu
RSS
CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DEI SOCI ANPANA

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DEI SOCI AN…

       Convocazione della  Assemblea  Ordinaria e Straord...

ANPANA RECUPERA UN "SERPENTE DEL GRANO" A CAMAIORE

ANPANA RECUPERA UN "SERPENTE DEL GRANO" A CAMAIORE

  Verso la mezzanotte di ieri sera, 24 luglio, i Vigili d...

MAGGIO VIRTUOSO IN SARDEGNA: ANAGRAFE CANINA GRATUITA. ISCRIZIONI IL 16 PRESSO LO SPORTELLO COMUNALE ANPANA DI PORTO TORRES

MAGGIO VIRTUOSO IN SARDEGNA: ANAGRAFE CANINA GRATUITA. ISCRI…

Il mese di maggio in Sardegna è dedicato alla iscrizione gra...

[ANPANA SAVONA ONLUS] PIETRA LIGURE, TROVATI BOCCONI AVVELENATI NEI PRESSI DEL PALAZZETO DELLO SPORT

[ANPANA SAVONA ONLUS] PIETRA LIGURE, TROVATI BOCCONI AVVELEN…

A rivelarlo è il commissario di ANPANA: un cane salv...

[ANPANA RIMINI] VIA I RIFIUTI DA SPIAGGIA LIBERA E LUNGOFIUME

[ANPANA RIMINI] VIA I RIFIUTI DA SPIAGGIA LIBERA E LUNGOFIUM…

Evento promosso all’interno del Progetto Europeo “Cl...

[ANPANA LUCCA] PREMIATI I VOLONTARI CHE HANNO CONSEGNATO CIBO AGLI ANIMALI COINVOLTI DAL TERREMOTO

[ANPANA LUCCA] PREMIATI I VOLONTARI CHE HANNO CONSEGNATO CIB…

Si sono svolte ieri sera, durante una serata convivi...

AL VIA LA SECONDA EDIZIONE DE "LA GIORNATA DELLE DIVISE" A PARMA IL 16 LUGLIO

AL VIA LA SECONDA EDIZIONE DE "LA GIORNATA DELLE DIVISE…

II° Edizione de La Giornata delle Divise presso Summer Camp ...

1985 - 2018 ANPANA ONLUS: 33 ANNI DI VOLONTARIATO PER AMORE DELLA NATURA!

1985 - 2018 ANPANA ONLUS: 33 ANNI DI VOLONTARIATO PER AMORE …

ENTRANDO NEL 2018 SONO 33 ANNI DI VOLONTARIATO AL SERVIZIO D...

MINISTRO DELL'AMBIENTE SERGIO COSTA DICE NO ALL'ABBATIMENTO DI ORSI E LUPI

MINISTRO DELL'AMBIENTE SERGIO COSTA DICE NO ALL'ABBATIMENTO …

UNA BELLA INTERVISTA AL MINISTRO.... DA LEGGERE. Il Minis...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

INFORMATIVA SUI COOKIE

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo facciamo uso dei cookie. I cookie sono piccole porzioni di dati che ci permettono di confrontare i visitatori nuovi e quelli passati e di capire come gli utenti navigano attraverso il nostro sito. Utilizziamo i dati raccolti grazie ai cookie per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.

I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali  dati identificabili non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l'uso dei cookie è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l'applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione.

Visita AboutCookies.org per ulteriori informazioni sui cookie e su come influenzano la tua esperienza di navigazione.

I tipi di cookie che utilizziamo

Cookie indispensabili

Questi cookie sono essenziali al fine di consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche, come ad esempio accedere alle varie aree protette del sito. Senza questi cookie alcuni servizi necessari, come la compilazione di un form per un concorso, non possono essere fruiti.

Performance cookie

Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ad esempio, quali sono le pagine più visitare, se si ricevono messaggi di errore da pagine web. Questi cookie non raccolgono informazioni che identificano un visitatore. Tutte le informazioni raccolte tramite cookie sono  aggregate e quindi anonime. Vengono utilizzati solo per migliorare il funzionamento di un sito web.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.

Cookie di funzionalità

I cookie consentono al sito di ricordare le scelte fatte dall’utente (come il nome, la lingua o la regione di provenienza) e forniscono funzionalità avanzate personalizzate. Questi cookie possono essere utilizzati anche per ricordare le modifiche apportate alla dimensione del testo, font ed altre parti di pagine web che è possibile personalizzare. Essi possono anche essere utilizzati per fornire servizi che hai chiesto come guardare un video o i commenti su un blog. Le informazioni raccolte da questi tipi di cookie possono essere rese anonime e non in grado di monitorare la vostra attività di navigazione su altri siti web.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.

Come gestire i cookie sul tuo PC

Se si desidera consentire i cookie dal nostro sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito,

Google Chrome
1. Clicca su "Strumenti" nella parte superiore della finestra del browser e selezionare Opzioni
2. Fai clic sulla scheda 'Roba da smanettoni' , individua la sezione 'Privacy', e seleziona il pulsante "Impostazioni contenuto"
3. Ora seleziona 'Consenti dati locali da impostare'

Microsoft Internet Explorer 6.0, 7.0, 8.0, 9.0
1. Clicca su "Strumenti" nella parte superiore della finestra del browser e seleziona 'Opzioni Internet', quindi fai clic sulla scheda 'Privacy'
2. Per attivare i cookie nel tuo browser, assicurati che il livello di privacy è impostato su Medio o al di sotto,
3. Impostando il livello di privacy sopra il Medio disattiverai l’utilizzo dei cookies.

Mozilla Firefox
1. Clicca su "Strumenti" nella parte superiore della finestra del browser e seleziona “Opzioni”
2. Quindi seleziona l'icona Privacy
3. Fai clic su Cookie, quindi seleziona 'permetto ai siti l’utilizzo dei cookie'

Safari
1. Fai clic sull'icona Cog nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l'opzione "Preferenze"
2. Fai clic su 'Protezione', seleziona l'opzione che dice 'Blocco di terze parti e di cookie per la pubblicità'
3. Fai clic su 'Salva'

Come gestire i cookie su Mac
Se si desidera consentire i cookie dal nostro sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito:

Microsoft Internet Explorer 5.0 su OSX
1. Fai clic su 'Esplora' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione "Preferenze"
2. Scorri verso il basso fino a visualizzare "Cookie" nella sezione File Ricezione
3. Seleziona l'opzione 'Non chiedere'

Safari su OSX
1. Fai clic su 'Safari' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l'opzione "Preferenze"
2. Fai clic su 'Sicurezza' e poi 'Accetta i cookie'
3. Seleziona “Solo dal sito”

Mozilla e Netscape su OSX
1. Fai clic su 'Mozilla' o 'Netscape' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l'opzione "Preferenze"
2. Scorri verso il basso fino a visualizzare i cookie sotto 'Privacy e sicurezza'
3. Seleziona 'Abilita i cookie solo per il sito di origine'

Opera
1. Fai clic su 'Menu' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona "Impostazioni"
2. Quindi seleziona "Preferenze", seleziona la scheda 'Avanzate'
3. Quindi seleziona l’opzione 'Accetta i cookie "

 

Google Analytics

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google , Inc. ( "Google") . Google Analytics utilizza dei "cookies" , che sono file di testo depositati sul Vostro computer per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito . Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web   ( compreso il Vostro indirizzo IP anonimo ) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google . Google non assocerà il vostro indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google. Potete rifiutarvi di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, ma si prega di notare che se si fa questo non si può essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web . Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati .

Si può impedire a Google il rilevamento di un cookie che viene generato a causa di e legato al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l'elaborazione di tali dati scaricando e installando questo plugin per il browser :http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=en

A+ A A-

[ANPANA RIMINI] : bilancio positivo per i salvataggi al Centro di Recupero di Animali Selvatici Featured

[ANPANA RIMINI] : bilancio positivo per i salvataggi al Centro di Recupero di Animali Selvatici

“Siamo una grande famiglia. Ognuno è utile, ma nessuno è indispensabile”.

E’ iniziato tutto con questa frase. L’estate si dirigeva ad ovest verso il tramonto e le rondini partivano per l’Africa. Mentre la natura scorreva preparandosi all’inverno il caso ha voluto che io entrassi a far parte di una grande squadra, ma prima di tutto di una grande famiglia. L’ANPANA Rimini. Uno gruppo di persone con gli stessi ideali e con un obbiettivo comune “aiutare il mondo ad essere un posto migliore”. Voi direte con un pizzico di sarcasmo “Vi ponete obbiettivi semplici?!”. Noi non ci poniamo limiti. Noi sogniamo, pianifichiamo e doniamo noi stesse per raggiungere l’obbiettivo. Crediamo in noi e crediamo nella nostra squadra. Abbiamo un capitano che farebbe le scarpe pure a Leonida. Abbiamo truppe d’assalto che ci invidia pure la sicurezza nazionale. Poi abbiamo l’amore, rispetto e l’uguaglianza che fanno da fondamenta alla nostra casa, che mattoncino dopo mattoncino abbiamo costruito.  In quest’articolo vorrei parlarvi del Centro di Recupero della fauna selvatica di Rimini. Vorrei parlare del sudore e delle lacrime. Si, sono state e anche tante lacrime. Ci sono stati però i sorrisi più belli che abbia mai visto. Ci sono state tante, tantissime risate. C’è un pezzetto del nostro cuore e litri di sudore in quel luogo.

La strada era in salita e lo è tutt’ora, ma noi siamo dei muletti a cingoli. Non ci spaventa né la salita  né il terreno dissestato. Era primavera quando abbiamo preso realmente in mano la situazione. Mentre le giornate gradualmente si allungavano e i nidiacei stavano piano piano nascendo noi prendemmo questa decisione. Ci pensiamo noi al Centro di Recupero della Fauna Selvatica. Non so con che coraggio la Clara è riuscita a dire il “Si” definitivo, ma l’ha detto. Abbiamo incominciato ad affrontare tutto con l’entusiasmo e l’incoscienza dei bambini. Quell’estate ognuno di noi ha fatto del proprio meglio. La casa piena di nidiacei da nutrire ogni ora, gabbiani in giardino, ricci nel sottoscala e caprioli nel letto. Alla fine ci siamo riusciti. La forza di ognuno di noi stava nella nostra famiglia. Nell’ANPANA. Nel sorriso di ognuno. L’estate si è conclusa con più del 50% degli animali liberati. Un grandissimo risultato. Una grandissima soddisfazione. La strada non sembrava più cosi in salita. Abbiamo preso ancora più coraggio e sicurezza. Potevamo farcela.

Erano le 20 e mi suono il telefono

“Pronto!”

“Ciao Ele! Sei pronta?! La provincia ci ha dato un terreno. Andiamo a vederlo domani. Ti aspetto alle 8.30 a casa mia”

“OK! Non vedo l’ora. Buona serata!”

“A te!”

L’indomani arrivammo a quella che poi diventò la nostra casa. Eravamo in quattro. Ci soffermammo davanti a quel cancello di ferro un po' arrugginito. Lasciava intravedere l’erba alta almeno fino al ginocchio. Ci guardammo. Nessuno disse nulla. Respirammo e aprimmo il cancello. Alla fine del vialetto c’era una casina che sembrava dovesse crollare da un momento all’altro. Erba altissima ovunque. Né acqua. Né luce. Nulla. Non c’era nulla. Io sorrisi. Non riuscivo a smettere. Forse perché essendo la più piccola sono anche la più incosciente. Mi ricordo che dissi, facendomi a fatica spazio tra le erbacce, “E’ stupendo! Qui ci metteremo la gabbia di riabilitazione per i rapaci. Qui una mega gabbia per i caprioli. Guardate quiiiii! Ci faremo la quarantena”. Loro mi guardarono e sorrisero. Incominciammo a scherzare e passo tutto. Incominciammo a sognare il Centro di Recupero tutte insieme. L’erba alta era sparita. Avevano preso posto le gabbie per la riabilitazione e la zona per la quarantena. Stavamo partorendo la nostra nuova avventura.

Il secondo anno andò meglio. Ogni sabato e domenica eravamo li. Martello, sudore, chiavi e bulloni. Tanta fatica. L’estate stava arrivando e noi volevamo essere più pronte possibili. Ognuno faceva il meglio che poteva. Calli alle mani, scarponi ai piedi per costruire un mondo più bello per tutti. L’estate arrivo di nuovo ed insieme a lei i nidiacei, l’aumentò il numero di animali incidentati e di quelli presi di striscio dai cacciatori. Anche quell’estate ce la siamo cavata più che bene nonostante le difficolta aumentando la percentuale di liberazioni.

Abbiamo e facciamo tanta fatica. Costruire tutto da sole e da zero. Tenere la testa alta anche quando cercano di fartela abbassare. Stare in equilibrio su un filo tenendosi per mano e allargando le braccia. Il nostro segreto è che le braccia sono sempre aperte. Più cercano di ostacolarci più noi ci prendiamo le mani e apriamo le braccia come quei festoni per i compleanni. Una fila unità di donne e uomini con lo stesso obbiettivo e sopra tutto che si tiene la mano sorridendo.

Ognuno di noi fa tutto questo vivendo una serie infinita d’emozioni. Il momento più bello però rimane quello della liberazione.

Pianifichi tutto con il veterinario che darà il via libera definitivo. La sera prima guardi l’animale attraverso la gabbia. Lo guardi in silenzio mentre il tuo cuore si stringe un po'.  Vai a letto, ma non dormi. Ti alzi all’alba con uno strano groppo allo stomaco. Arrivi al centro. Prepari caricando tutto e tutti in macchina. Mentre percorri le strade di campagna hai un unico pensiero che fa da sfondo al paesaggio “Ho fatto del mio meglio?  Se la caverà?”. Arrivi sulla collina. La gabbia per il trasporto davanti a te. Guardi l’infinito del cielo e prendi coraggio. Apri la porticina e mentre aspetti che lui riprenda confidenza con la libertà il tuo cuore non batte più. E’ fermo. Lo stomaco è chiuso e l’ansia ti attraversa le ossa. Lui esce. Vedi quel musino che appena arrivato era massacrato o semplicemente piccolissimo. Ora quegli occhi assaporano il mondo e…. via! Le ali si aprono o le zampe iniziano a correre. Tu lo guardi andare incontro alla sua natura e sorridi. Sorridi perché è magnifico. E’ forte. E’ semplicemente libero! “Buona vita pezzo di cuore”.

Questo è quello che ci fa andare avanti. E’ quello che ci fa sorridere e ci riempie i solchi del viso di lacrime, come un fiume in piena, quando le cose non vanno come devono. Questo è il motore e il cuore dell’associazione. Questo siamo noi. Noi siamo la libertà e l’amore che doniamo a ogni singolo piccolo ospite. Noi siamo una famiglia. Noi siamo l’ANPANA.

ndr ANPANA Rimini

Elena Santolini

 

Last modified onSabato, 04 Marzo 2017 20:40
back to top