Menu
RSS
INCONTRO CON IL PRESIDENTE DEL PARLAMENTO EUROPEO

INCONTRO CON IL PRESIDENTE DEL PARLAMENTO EUROPEO

Prestigioso incontro per l’Associazione ANPANA. Dirigenti d...

ANPANA RECUPERA UN "SERPENTE DEL GRANO" A CAMAIORE

ANPANA RECUPERA UN "SERPENTE DEL GRANO" A CAMAIORE

  Verso la mezzanotte di ieri sera, 24 luglio, i Vigili d...

[ANPANA TORINO ONLUS] GISELLE IL CANE PASTORE TEDESCO “EROE” PREMIATO DALLA TRAINER NOVA FOOD

[ANPANA TORINO ONLUS] GISELLE IL CANE PASTORE TEDESCO “EROE”…

Grazie all'impegno di Trainer Nova Food ed il suo "P...

ANPANA PARTECIPA AL PROGETTO INTERNAZIONALE “PROMEDHE” SULLA TUTELA DEI BENI CULTURALI

ANPANA PARTECIPA AL PROGETTO INTERNAZIONALE “PROMEDHE” SULLA…

  Si è svolto a Lucca, nei giorni 20 e 21 giugno, il proget...

A GATTATICO (RE) SI E' SVOLTA LA GIORNATA DI ADDESTRAMENTO DI PROTEZIONE CIVILE VAL D'ENZA 6

A GATTATICO (RE) SI E' SVOLTA LA GIORNATA DI ADDESTRAMENTO D…

Il 7 c.m. si è svolta a Gattatico in provincia di Reggio Emi...

FINO A 10MILA EURO DI MULTA PER CHI ABBANDONA IL CANE

FINO A 10MILA EURO DI MULTA PER CHI ABBANDONA IL CANE

La Cassazione, pur essendo il reato estinto per prescrizione...

BARI: AL VIA LA 2° EDIZIONE DEL PET SHOW - AMICI A 4 ZAMPE

BARI: AL VIA LA 2° EDIZIONE DEL PET SHOW - AMICI A 4 ZAMPE

Aperte le iscrizioni alla Rassegna canina amatoriale della 2...

RICONOSCIMENTI ISTITUZIONALI, ORGANIZZAZIONE, SEDI NAZIONALI e INDIRIZZI UFFICIALI DI ANPANA ONLUS

RICONOSCIMENTI ISTITUZIONALI, ORGANIZZAZIONE, SEDI NAZIONALI…

  L'ASSOCIAZIONE NAZIONALE PROTEZIONE ANIMALI NATURA AM...

SUMMIT di ANPANA ONLUS il 3 dicembre 2017 a FOLIGNO

SUMMIT di ANPANA ONLUS il 3 dicembre 2017 a FOLIGNO

Incontro tra il Presidente nazionale Mario Ceccarelli, il Co...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

INFORMATIVA SUI COOKIE

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo facciamo uso dei cookie. I cookie sono piccole porzioni di dati che ci permettono di confrontare i visitatori nuovi e quelli passati e di capire come gli utenti navigano attraverso il nostro sito. Utilizziamo i dati raccolti grazie ai cookie per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.

I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali  dati identificabili non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l'uso dei cookie è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l'applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione.

Visita AboutCookies.org per ulteriori informazioni sui cookie e su come influenzano la tua esperienza di navigazione.

I tipi di cookie che utilizziamo

Cookie indispensabili

Questi cookie sono essenziali al fine di consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche, come ad esempio accedere alle varie aree protette del sito. Senza questi cookie alcuni servizi necessari, come la compilazione di un form per un concorso, non possono essere fruiti.

Performance cookie

Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ad esempio, quali sono le pagine più visitare, se si ricevono messaggi di errore da pagine web. Questi cookie non raccolgono informazioni che identificano un visitatore. Tutte le informazioni raccolte tramite cookie sono  aggregate e quindi anonime. Vengono utilizzati solo per migliorare il funzionamento di un sito web.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.

Cookie di funzionalità

I cookie consentono al sito di ricordare le scelte fatte dall’utente (come il nome, la lingua o la regione di provenienza) e forniscono funzionalità avanzate personalizzate. Questi cookie possono essere utilizzati anche per ricordare le modifiche apportate alla dimensione del testo, font ed altre parti di pagine web che è possibile personalizzare. Essi possono anche essere utilizzati per fornire servizi che hai chiesto come guardare un video o i commenti su un blog. Le informazioni raccolte da questi tipi di cookie possono essere rese anonime e non in grado di monitorare la vostra attività di navigazione su altri siti web.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.

Come gestire i cookie sul tuo PC

Se si desidera consentire i cookie dal nostro sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito,

Google Chrome
1. Clicca su "Strumenti" nella parte superiore della finestra del browser e selezionare Opzioni
2. Fai clic sulla scheda 'Roba da smanettoni' , individua la sezione 'Privacy', e seleziona il pulsante "Impostazioni contenuto"
3. Ora seleziona 'Consenti dati locali da impostare'

Microsoft Internet Explorer 6.0, 7.0, 8.0, 9.0
1. Clicca su "Strumenti" nella parte superiore della finestra del browser e seleziona 'Opzioni Internet', quindi fai clic sulla scheda 'Privacy'
2. Per attivare i cookie nel tuo browser, assicurati che il livello di privacy è impostato su Medio o al di sotto,
3. Impostando il livello di privacy sopra il Medio disattiverai l’utilizzo dei cookies.

Mozilla Firefox
1. Clicca su "Strumenti" nella parte superiore della finestra del browser e seleziona “Opzioni”
2. Quindi seleziona l'icona Privacy
3. Fai clic su Cookie, quindi seleziona 'permetto ai siti l’utilizzo dei cookie'

Safari
1. Fai clic sull'icona Cog nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l'opzione "Preferenze"
2. Fai clic su 'Protezione', seleziona l'opzione che dice 'Blocco di terze parti e di cookie per la pubblicità'
3. Fai clic su 'Salva'

Come gestire i cookie su Mac
Se si desidera consentire i cookie dal nostro sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito:

Microsoft Internet Explorer 5.0 su OSX
1. Fai clic su 'Esplora' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione "Preferenze"
2. Scorri verso il basso fino a visualizzare "Cookie" nella sezione File Ricezione
3. Seleziona l'opzione 'Non chiedere'

Safari su OSX
1. Fai clic su 'Safari' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l'opzione "Preferenze"
2. Fai clic su 'Sicurezza' e poi 'Accetta i cookie'
3. Seleziona “Solo dal sito”

Mozilla e Netscape su OSX
1. Fai clic su 'Mozilla' o 'Netscape' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l'opzione "Preferenze"
2. Scorri verso il basso fino a visualizzare i cookie sotto 'Privacy e sicurezza'
3. Seleziona 'Abilita i cookie solo per il sito di origine'

Opera
1. Fai clic su 'Menu' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona "Impostazioni"
2. Quindi seleziona "Preferenze", seleziona la scheda 'Avanzate'
3. Quindi seleziona l’opzione 'Accetta i cookie "

 

Google Analytics

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google , Inc. ( "Google") . Google Analytics utilizza dei "cookies" , che sono file di testo depositati sul Vostro computer per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito . Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web   ( compreso il Vostro indirizzo IP anonimo ) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google . Google non assocerà il vostro indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google. Potete rifiutarvi di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, ma si prega di notare che se si fa questo non si può essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web . Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati .

Si può impedire a Google il rilevamento di un cookie che viene generato a causa di e legato al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l'elaborazione di tali dati scaricando e installando questo plugin per il browser :http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=en

A+ A A-

"SII IL CAMBIAMENTO CHE VORRESTI VEDERE AVVENIRE NEL MONDO" Featured

"SII IL CAMBIAMENTO CHE VORRESTI VEDERE AVVENIRE NEL MONDO"

CIO' CHE L'UOMO STUPIDAMENTE RISCHIA DI DISTRUGGERE SI PUO' RIGENERARE E NUOVA VITA NASCE. 

Se il Mahatma Gandhi diceva "sii il cambiamento che vorresti vedere avvenire nel mondo", allora Shah Afroz aveva davvero cambiato qualcosa. Perché a Mumbai, 20 anni dopo, sulla spiaggia di Versova sono tornate di nuovo le tartarughe, qualcosa di impensabile fino a tre anni fa, quando quel lido era una discarica a cielo aperto dove "nemmeno gli scarafaggi volevano andare", diceva Afroz. Ma in questi giorni è avvenuto il "miracolo": almeno 80 tartarughe Olive Ridley sono nate a sud della spiaggia e a piccoli colpi di pinna si sono lentamente fatte strada fino al Mar Arabico. La celebrazione della vita ha fatto piangere Shah, l'uomo che ha permesso tutto questo.

La sua storia, lontana dai riflettori di Bollywood, inizia nel 2015, d'estate. Lavorava come avvocato a Mumbai ma lui, innamorato dell'oceano, appena poteva raggiungeva in risciò a Versova, dove osservava il mare, ma non la spiaggia: era ricoperta da migliaia di tonnellate di rifiuti, un indicibile scempio dell'uomo.

Allora Afroz decide: basta, cambierò le cose. Ne parla con il suo vicino, Harbansh Mathur, un 84enne che morirà poco dopo, e iniziano a raccogliere qualche pila di rifiuti in decomposizione. Lo fanno da soli, pezzo dopo pezzo, ma ben presto si accorgono della montagna che hanno davanti. L'avvocato compra dei guanti, comincia a bussare ogni settimana di porta in porta, chiama la gente, in cambio per convincerli si offre perfino di pulire le toilette, ai ragazzi spiega cosa vuol dire amare la natura, alle donne delle baraccopoli sorride e le invita ad unirsi per un "appuntamento con l'Oceano".

Ma l'immondizia, sotto il sole cocente dell'India, puzza quanto la stupidità dell'uomo nell'inquinare: non è facile ripulire, e per sei settimane Shah lo fa praticamente da solo. Poi un giorno gli si avvicinano un paio di persone: "Se ci fornisce dei guanti la aiutiamo". La determinazione di quel ragazzo non passa inosservata, pescatori e residenti ogni domenica cominciano a dargli una mano. L'esercito dei volontari cresce, le tonnellate di rifiuti - oltre 5.000 su 2,5 chilometri di spiaggia - pian piano spariscono. In un solo anno i volontari di Versova (VRV) inviano alla Brihanmumbai Municipal Corporation (BMC) 2,9 milioni di kg di rifiuti.

Anche l'Onu si accorge del miracolo di Versova e nel 2016 assegna a Shah il titolo di "Champions of the Earth" per il suo straordinario impegno. Il volontariato presto si fa social e grazie a Twitter l'avvocato chiama altri volontari, il vento è cambiato.

All'improvviso però, dopo mesi di battaglie per ottenere una mano anche dalle autorità, nel novembre 2017 Shah getta la spunga. "Ho fallito" scrive in un malinconico tweet, rabbioso contro le istituzioni che non aiutano nello smaltimento, piantano grane burocratiche e contro quegli incivili che continuano a inquinare la spiaggia.

Ma le centinaia di volontari (anche da 12 differenti Paesi), i residenti e le star di Hollywood si stringono al suo fianco: le autorità di Mumbai sono costrette a sostenerlo. Il vento soffia di nuovo, la spiaggia continuerà ad essere ripulita.
Una battaglia che Shah porta avanti per 127 settimane fino al piccolo grande miracolo: le tartarughe, vulnerabili e assenti da 20 anni, tornano a Versova proprio lì dove, come ha detto l'Onu, c'è stato il "più grande progetto di pulizia della spiaggia del mondo".

"Sapevo che sarebbe successo qualcosa di grande. Ho avuto le lacrime agli occhi quando le ho viste camminare verso l'oceano" ha detto Shah, accorso in spiaggia insieme a 25 volontari per assistere a quello spettacolo della natura. Gli esperti confermano l'effetto positivo e fondamentale dell pulizia che ha permesso alle tartarughe di ritrovare un posto dove nidificare.

L'avvocato, mentre ringrazia i suoi amici volontari e guarda le tartarughe nuotare, spiega che non si fermerà, che non ha più perso: ora vuole ripulire le foreste di mangrovie e lanciare altri movimenti di pulizia in tutta l'India. Lui è stato il cambiamento che voleva vedere nel mondo.
Chi sarà il prossimo?

 

CLIKKA PER LEGGERE LA NOTIZIA DIRETTAMENTE SU LA REPUBBLICA

back to top