Logo
Print this page

[ANPANA FORLÌ-CESENA ONLUS] PROGETTO BIENNALE PER LA SALVAGUARDIA DELLA TARTARUGA PALUSTRE EUROPEA (EMIS ORBICULARIS) Featured

скачать шаблоны joomla 3.5
каталог музыкальных инструментов
[ANPANA FORLÌ-CESENA ONLUS] PROGETTO BIENNALE PER LA SALVAGUARDIA DELLA TARTARUGA PALUSTRE EUROPEA (EMIS ORBICULARIS)

Dal 2015 nel comune di Meldola (FC) nei laghetti di deposito dei fanghi di una cava, stanzia una colonia di tartaruga palustre europea (Emys orbicularis). Specie compresa nell’elenco dei rettili, particolarmente protetta e di interesse comunitario come da disposizioni per la tutela della fauna minore in Emilia Romagna L. 15/2006. Essendo ancora attiva la frantumazione di materiali inerti all’interno del frantoio, uno dei laghetti con il trascorrere dei mesi si sta restringendo. Spiega Tagliaferri Aldo responsabile della Sezione Territoriale Provinciale ANPANA di Forlì-Cesena “ l’area colonizzata dalle tartarughe verrà riempita di fango solido quindi si è resa necessaria un’attività continua di monitoraggio da parte delle Guardie Ecozoofile che si sono attivate ed hanno creato un progetto di salvaguardia che terminerà nel 2018”. Le autorità competenti (Ministero dell’Ambiente, Ispra e Arpa Emilia Romagna) sono state messe al corrente dell’iniziativa presentando il progetto che comprende la cattura, la schedatura, il rilascio in luogo idoneo e protetto degli esemplari. Ottenuto il via libera i volontari della Sezione Territoriale Provinciale di Forlì-Cesena hanno posizionato alcune trappole rudimentali nel mezzo dei laghetti con dei percorsi creati con tronchi e rami che permettono alle tartarughe di posizionarsi sopra per godere del sole caldo (termoregolatore). Nel momento in cui si rituffano in acqua finiscono in una sorta di gabbia costituita da un salvagente galleggiante con una rete a mo’ di sacco. Conclude Tagliaferri “Il tutto avviene con la massima cura evitando di provocare disturbo o danno. Anche la ditta che ha in gestione il frantoio ha dimostrato da subito piena collaborazione. In 3 giorni di attività 3 testuggini sono state raccolte schedate e rilasciate in un laghetto vicino”. Alla conclusione del progetto verrà inviata al Ministero dell’Ambiente una relazione dettagliata delle attività svolte.

Redazione ANPANA Nazionale