Menu
RSS
ANPANA PESARO PORTA QUASI 700 KG. DI MANGIME ALLE EX ANATRE DEI CANALI ALBANI

ANPANA PESARO PORTA QUASI 700 KG. DI MANGIME ALLE EX ANATRE …

L'associazione ANPANA con sede a Fano (Pesaro-Urbino), anc...

[ANPANA LIVORNO ONLUS] PARTECIPA AL PROGETTO “OCCHI SULLE COLLINE”

[ANPANA LIVORNO ONLUS] PARTECIPA AL PROGETTO “OCCHI SULLE CO…

Ogni anno a Livorno si svolge la Festa dei Parchi, u...

IL PRESIDENTE NAZIONALE DI ANPANA ONLUS, IL CAV. MARIO CECCARELLI, IN VISITA NELLE SEZIONI DEL RAVENNATE

IL PRESIDENTE NAZIONALE DI ANPANA ONLUS, IL CAV. MARIO CECCA…

In occasione della benedizione degli animali presso Milano M...

[ANPANA PARMA ONLUS] IL COMUNE DISPONE IL TAGLIO DI 7 QUERCE. DAI COLOMBOFILI ARRIVA LA RICHIESTA DELLA RIPIANTUMAZIONE

[ANPANA PARMA ONLUS] IL COMUNE DISPONE IL TAGLIO DI 7 QUERCE…

Nel parcheggio “Strada dei Mercati” del comune di Pa...

UN ANIMALE NON E' UN GIOCATTOLO

UN ANIMALE NON E' UN GIOCATTOLO

ARRIVA IL NATALE E SI PENSA A COSA REGALARE AI BAMBINI.  ...

VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE ANPANA IMPEGNATI NELL'EMERGENZA METEO NELLA REGIONE TOSCANA

VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE ANPANA IMPEGNATI NELL'EMERGENZA …

Come da previsioni il maltempo continua a sferzare l'Itali...

BENEDIZIONE DEGLI ANIMALI GRAZIE A DON ENRICO

BENEDIZIONE DEGLI ANIMALI GRAZIE A DON ENRICO

Si è svolta il 19 gennaio, la BENEDIZIONE degli ANIMALI ad A...

CENSIMENTO E CONTROLLO DELLA TARTARUGHE DEL SANT'ANNA DI PISA

CENSIMENTO E CONTROLLO DELLA TARTARUGHE DEL SANT'ANNA DI PIS…

In ottemperanza del protocollo di intesa a salvaguardia degl...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

INFORMATIVA SUI COOKIE

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo facciamo uso dei cookie. I cookie sono piccole porzioni di dati che ci permettono di confrontare i visitatori nuovi e quelli passati e di capire come gli utenti navigano attraverso il nostro sito. Utilizziamo i dati raccolti grazie ai cookie per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.

I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali  dati identificabili non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l'uso dei cookie è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l'applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione.

Visita AboutCookies.org per ulteriori informazioni sui cookie e su come influenzano la tua esperienza di navigazione.

I tipi di cookie che utilizziamo

Cookie indispensabili

Questi cookie sono essenziali al fine di consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche, come ad esempio accedere alle varie aree protette del sito. Senza questi cookie alcuni servizi necessari, come la compilazione di un form per un concorso, non possono essere fruiti.

Performance cookie

Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ad esempio, quali sono le pagine più visitare, se si ricevono messaggi di errore da pagine web. Questi cookie non raccolgono informazioni che identificano un visitatore. Tutte le informazioni raccolte tramite cookie sono  aggregate e quindi anonime. Vengono utilizzati solo per migliorare il funzionamento di un sito web.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.

Cookie di funzionalità

I cookie consentono al sito di ricordare le scelte fatte dall’utente (come il nome, la lingua o la regione di provenienza) e forniscono funzionalità avanzate personalizzate. Questi cookie possono essere utilizzati anche per ricordare le modifiche apportate alla dimensione del testo, font ed altre parti di pagine web che è possibile personalizzare. Essi possono anche essere utilizzati per fornire servizi che hai chiesto come guardare un video o i commenti su un blog. Le informazioni raccolte da questi tipi di cookie possono essere rese anonime e non in grado di monitorare la vostra attività di navigazione su altri siti web.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.

Come gestire i cookie sul tuo PC

Se si desidera consentire i cookie dal nostro sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito,

Google Chrome
1. Clicca su "Strumenti" nella parte superiore della finestra del browser e selezionare Opzioni
2. Fai clic sulla scheda 'Roba da smanettoni' , individua la sezione 'Privacy', e seleziona il pulsante "Impostazioni contenuto"
3. Ora seleziona 'Consenti dati locali da impostare'

Microsoft Internet Explorer 6.0, 7.0, 8.0, 9.0
1. Clicca su "Strumenti" nella parte superiore della finestra del browser e seleziona 'Opzioni Internet', quindi fai clic sulla scheda 'Privacy'
2. Per attivare i cookie nel tuo browser, assicurati che il livello di privacy è impostato su Medio o al di sotto,
3. Impostando il livello di privacy sopra il Medio disattiverai l’utilizzo dei cookies.

Mozilla Firefox
1. Clicca su "Strumenti" nella parte superiore della finestra del browser e seleziona “Opzioni”
2. Quindi seleziona l'icona Privacy
3. Fai clic su Cookie, quindi seleziona 'permetto ai siti l’utilizzo dei cookie'

Safari
1. Fai clic sull'icona Cog nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l'opzione "Preferenze"
2. Fai clic su 'Protezione', seleziona l'opzione che dice 'Blocco di terze parti e di cookie per la pubblicità'
3. Fai clic su 'Salva'

Come gestire i cookie su Mac
Se si desidera consentire i cookie dal nostro sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito:

Microsoft Internet Explorer 5.0 su OSX
1. Fai clic su 'Esplora' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione "Preferenze"
2. Scorri verso il basso fino a visualizzare "Cookie" nella sezione File Ricezione
3. Seleziona l'opzione 'Non chiedere'

Safari su OSX
1. Fai clic su 'Safari' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l'opzione "Preferenze"
2. Fai clic su 'Sicurezza' e poi 'Accetta i cookie'
3. Seleziona “Solo dal sito”

Mozilla e Netscape su OSX
1. Fai clic su 'Mozilla' o 'Netscape' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l'opzione "Preferenze"
2. Scorri verso il basso fino a visualizzare i cookie sotto 'Privacy e sicurezza'
3. Seleziona 'Abilita i cookie solo per il sito di origine'

Opera
1. Fai clic su 'Menu' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona "Impostazioni"
2. Quindi seleziona "Preferenze", seleziona la scheda 'Avanzate'
3. Quindi seleziona l’opzione 'Accetta i cookie "

 

Google Analytics

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google , Inc. ( "Google") . Google Analytics utilizza dei "cookies" , che sono file di testo depositati sul Vostro computer per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito . Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web   ( compreso il Vostro indirizzo IP anonimo ) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google . Google non assocerà il vostro indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google. Potete rifiutarvi di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, ma si prega di notare che se si fa questo non si può essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web . Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati .

Si può impedire a Google il rilevamento di un cookie che viene generato a causa di e legato al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l'elaborazione di tali dati scaricando e installando questo plugin per il browser :http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=en

A+ A A-

ALTA FORMAZIONE PER IL NUCLEO CINOFILO ANPANA

Giornata di esercitazione per 6 unità cinofile ANPANA e tre assistenti, lo scorso sabato, nell'ambito del percorso formativo finalizzato alla ricerca di persone disperse sotto le macerie in atto presso il campo d’addestramento La Piota a Caselette (TO) ospiti di Giovanna e Marco de La Piota. Uno dei migliori campi macerie in Italia ed uno dei più tecnici d’Europa. Ulteriore specializzazione aggiunta alle già molte qualificazioni dei componenti il nucleo ANPANA torinese che ad oggi conta ben 13 unità cinofile

Il Resp. Nazionale Cinofili ANPANA Massimo Mina augura ai cani ed ai conduttori un sicuro e proficuo percorso che terminerà con l’esame finale a febbraio/marzo 2020. Giustificata la ambizione di ottenere il massimo del punteggio per mettere a disposizione le proprie competenze nella copertura del rischio terremoto in Italia.

Un vivo apprezzamento è stato espresso dal Presidente nazionale Cav. Mario Ceccarelli che ha fortemento voluto implementare questo utile e strategico settore di primaria importanza per la collettività riponendo meritata fiducia nel Dirigente Massino Mina.

Il Nucleo cinofilo nazionale è inserito nel sistema di Protezione Civile nazionale Nucleo Ecozoofilo ANPANA diretto dal Dir. Gen. Angelo Bertocchini cui fanno parte 3 colonne mobili e un capillare sistema di immagazzinamento di materiali da dislocarsi in zone colpite da eventi calamitosi.

 

 

Read more...

DIFFIDA USO NON AUTORIZZATO DEI MARCHI ANPANA

ANPANA – Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente informa che i propri marchi sono registrati e quindi tutelati secondo quanto previsto dal D.Lgs. 10 febbraio 2005 n. 30.

ANPANA – Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente con unica Sede Nazionale in Foligno (PG) informa che l'uso non autorizzato dei propri marchi rappresenta una violazione del diritto di esclusiva conferito alla registrazione.

ANPANA – Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente informa, infine, che costituiscono parte integrante del marchio tanto la parte scritta che figurativa.

Ogni uso non autorizzato dei suddetti marchi, che sia di natura commerciale, ludica o anche sociale, rappresenta una violazione del diritto di esclusiva conferito dalla registrazione e, pertanto, se ne diffida l’utilizzo improprio.

A mero titolo esemplificativo e non esaustivo, costituisce violazione del diritto di esclusiva di ANPANA – Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente, tutelato dal codice civile, da quello penale e dal codice della proprietà intellettuale, l’apposizione dei suddetti marchi su capi di abbigliamento e accessori, carta intestata, stampe, espositori, gadget, fotografia, poster, figurine, sticker, locandine, quaderni, prodotti editoriali in genere, applicazioni digitali, siti web, blog, pagine facebook o di social-network in genere, sciarpe, bandiere, automezzi, tesserini, placche, uniformi, pettorine ecc., nonché la contraffazione e l’alterazione dello stesso con riproduzione parziale o di elementi grafici e/o verbali che possano richiamare i logotipi originali.

L’uso fraudolento e illecito, come allo stesso modo ogni atto di concorrenza sleale, sarà oggetto di denuncia alle autorità preposte e di tutela giuridica nelle competenti sedi civili e penali, con richiesta di risarcimento danni.

Read more...

SI E' SVOLTA A PARMA LA 2° EDIZIONE DE "LA GIORNATA DELLE DIVISE" A CURA DI ANPANA

SECONDA EDIZIONE DE: “ La Giornata delle Divise”

Si è svolta in data 16 luglio 2018 la 2° Edizione de LA GIORNATA DELLE DIVISE a cura di ANPANA PARMA Presidente provinciale Dr. Stefano Serafini e del Centro Estivo Rugby Colorno (PR) “ Summer Camp".
Sono intervenute numerose le Associazioni di Volontariato che collaborano e che interagiscono nella Protezione Civile con Anpana.
Con competenza e professionalità le Associazioni hanno messo in campo gli Istruttori e i docenti migliori – Quattro ore intense dove "Rescue Dog" - Nucleo Cinofilo di Traversetolo (PR), la "34° Red Bull" Associazione culturale Veicoli Militari Storici - I Carabinieri con i loro esperti in indagini forensi - La Croce Bianca di Sant’Ilario D’Enza (RE) e per ultimi personale Anpana della Sezione Territoriale di Parma con i suoi Soci e Operatori tra interesse ludico e culturale hanno interagito con circa 160 giovani scatenati, motivati e divertiti .

Particolare interesse al mezzo multiuolo Iveco vm 90 T utilizzato dalla Sezione territoriale Provinciale Anpana di Parma per la P.C. fatto oggetto di visite e commenti più che positivi anche da parte dei genitori presenti . Le prove pratiche di intervento operativo di simulazione di eventi calamitosi, con i mezzi lanciati in attività di soccorso e recupero di persone sepolte da macerie (per finta) per altro costituite da squadre dei ragazzi con l’aiutino dei i cani da soccorso, hanno chiuso la manifestazione tra applausi e consensi .

Finalità: ciò che vorremmo trasmettere - afferma il Consigliere nazionale ANPANA Salvatore Caruso (in foto) presente all'evento - è già racchiuso in ognuno di loro nel partecipare a nuove esperienze, nel donare e nell’ avvicinarsi al volontariato per proteggere gli animali, la natura e l’ambiente in cui viviamo.

Read more...

MINISTRO DELL'AMBIENTE SERGIO COSTA DICE NO ALL'ABBATTIMENTO DI ORSI E LUPI

UNA BELLA INTERVISTA AL MINISTRO.... DA LEGGERE.

Il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa impugna la legge che consente nelle province di Trento e Bolzano di abbattere orsi e lupi. Prima di farlo chiede ai rispettivi Presidenti delle province autonome di fare un passo indietro.

 

«Non si possono uccidere lupi e orsi» Il ministro Costa impugna la legge

Le due province autonome di Trento e di Bolzano hanno approvato due leggi che consentono di poter abbattere gli animali senza avere l’approvazione a livello centrale

 
 
 

Ministro Sergio Costa ha visto cosa è successo con i lupi e con gli orsi in Trentino Alto Adige?
«Ahimè sì. Hanno deciso di abbatterli».

E lei come ministro dell’Ambiente vuole intervenire in qualche modo?
«Io come ministro della Repubblica ho il dovere di intervenire. Quelle due leggi violano un principio costituzionale».

E quindi cosa farà?
«Sono obbligato a chiedere l’impugnazione dei provvedimenti davanti alla Corte Costituzionale. Anche se ...».

Anche se cosa ministro?
«Mi domando: dobbiamo arrivare per forza a questo punto? Per questo chiedo ai due presidenti delle province autonome di Trento e Bolzano se possono pensare di fare altrimenti»
(Qui l’articolo: «Animali selvatici abbattuti, Durnwalder condannato a pagare oltre 500 mila euro»).

Cosa intende dire?
«Intendo: per risolvere il problema dei lupi e degli orsi nelle loro province autonome hanno come modo soltanto quelli di abbatterli?»

E’ una domanda retorica la sua?
«Certo. Basta vedere il piano lupo elaborato dall’Ispra che è arrivato ad un soffio dall’approvazione».

E cosa si vede in quel piano?
«Ci sono ventidue azioni per regolare il rapporto uomo lupo».

E quindi?
«Invito i due presidenti di Trento e Bolzano a fare un passo indietro. A ritirare quelle leggi che forse non sono state ancora nemmeno pubblicate sul bollettino. Poi li invito a venire a Roma, dove con l’Ispra potranno trovare le soluzioni per i loro lupi e i loro orsi. Ce ne sono davvero molte per regolamentare il rapporto con l’uomo».

E se non succedesse tutto questo?
«Ho già detto: devo impugnare le loro leggi davanti alla Corte Costituzionale. Il lupo è una specie protetta, un patrimonio per l’Italia».

Lo fa soltanto perché è obbligato a farlo?
«Sono obbligato a farlo come ministro e sento il peso come uomo Sergio. Stiamo parlando di vita e di morte. Perché dobbiamo uccidere gli animali che sono esseri viventi?»

Quindi lei non è favorevole nemmeno alla caccia?
«Per la caccia c’è una legge riconosciuta dallo Stato. Quindi come ministro della Repubblica sto con la legge».

Ma in forma privata sarebbe contrario?
«Non è importante qui la forma privata. Il cacciatore che si mantiene dentro la legge lo rispetto».

E quello che non segue la legge?
«Il bracconiere? Alcuni commettono dei reati orribili contro gli animali. Come accecare i cardellini per far sì che richiamino i loro simili. O andare a caccia durante i periodi dell’accoppiamento. O andare a caccia dei piccoli con le mamme. Veri crimini».

Cosa vuole fare?
«Sto pensando di inasprire le pene contro di loro innalzando il livello dei reati, passando da contravvenzionali a delitto».

Cosa prevede il reato delitto?
«Si innalza il livello penale, si prevede anche la reclusione».

Quindi carcere per i bracconieri?
«Sì, possiamo dirla così. Anche se nel programma di governo è previsto pure un intenso programma di prevenzione».

Che vuol dire?
«Che voglio aumentare così tanto i controlli per scovare i bracconieri che alla fine questi controlli devono essere vissuti dai bracconieri come deterrenza preventiva».

Cioè?
«Che alla fine non vanno a sparare senza regole per paura di essere beccati».

Come fa ad aumentare i controlli?
«Aumento la rete coinvolgendo le polizie locali. Ovvero le polizie municipali, provinciali, metropolitane.Anche i carabinieri forestali che agiscono sul territorio».

Pensa di riuscirci?
«E’ molto importante che questo succeda. Ci sono reati commessi dai bracconieri che sono davvero odiosi. Ci sono bracconieri che non esitano ad entrare e a sparare senza regole nei parchi nazionali, nelle aeree protette. E anche contro di loro che intendo innalzare il livello del reato, indurire le pene fino ad arrivare al carcere».

FONTE: CORRIERE DELLA SERA
Read more...

ANPANA E PICCOLO RIFUGIO FIOCCO DI LUNA RECUPERANO GALLETTO “CITTADINO”

 

Da tre giorni girovagava nella zona di Piazza Napoleone spilucchiando briciole cadute in terra all'esterno dei bar e della pizzeria del luogo. Stiamo parlando di un galletto nero che veniva, appunto, saltuariamente notato – e fotografato - dai cittadini e dai turisti in Piazza Napoleone. Già da lunedì sera  - fa presente Angelo Bertocchini di Anpana Lucca - era stata contattata la nostra Associazione per il recupero ma gli operatori, una volta giunti sul posto, non avevano trovato l'animale. Nel primo pomeriggio di martedì è pervenuta l'ennesima richiesta di intervento ad Anpana Lucca da parte del Comando Vigili Urbani e tempestivamente un volontario Anpana, assieme ad una volontaria del “Piccolo Rifugio di Fiocco di Luna Onlus” (Rifugio gestito da volontari con animali della fattoria), si sono precipitati in Piazza Napoleone per il recupero. Nel frattempo pervenivano anche altre segnalazioni dalla Lav e da cittadini che avevano veduto l'animale girovagare nei pressi dei palchi e delle gradinate del Summer Festival. Si intensificavano anche gli appelli di salvataggio su facebook. Anche con questa uscita, però, all'arrivo dei volontari, il galletto non è stato veduto. Verso le 20.00 l'ennesima chiamata: “Venite subito!Il galletto si trova sotto la gradinata lato Hotel Universo...lo teniamo d'occhio”. Finalmente questa volta è stato quindi individuato accovacciato, appunto, sotto la gradinata del Summer ma non è stato facile la cattura: fortunatamente, verso le 21.00 - riferisce Cinzia Zullo del “Piccolo Rifugio di Fiocco di Luna” - 5/6  cittadini, che ringraziamo vivamente, ci hanno aiutati: è stato così formato un cerchio attorno all'animale in modo da catturarlo con un retino e così è stato. L'animale nel complesso, anche se magro e localmente spiumato, non stava male ed è stato condotto al Piccolo Rifugio di Fiocco di Luna di Monte S.Quirico dove è stato rifocillato. In giornata sarà rilasciato all'interno delle recinzioni assieme alle altre decine di polli, pecore, mucca, asinello, capre, conigli che affollano la struttura per animali da reddito e cortile provenienti, in maggioranza. da situazioni di malgoverno e/o maltrattamenti e/o assegnazioni da parte di Amministrazioni Comunali o Forze di Polizia. L'Amministrazione Comunale, come avviene in questo caso di ritrovamenti, divenendo il Sindaco responsabile dell'animale smarrito, è stata informata della cattura tramite il Comando dei Vigili Urbani.

Read more...

MISSIONE COMPIUTA: LA PROTEZIONE CIVILE DI ANPANA HA LO SPARGISALE!

 

E' stata dura - dicono in Anpana - ma, benchè qualcuno, non rispettando la parola presa, non abbia donato il consistente contributo promesso per l'acquisto dello spargisale, provocando un "rallentamento" nel coronamento di questo progetto, siamo riusciti nel nostro scopo. I volontari non si sono mai arresi e, con iniziative di raccolte fondi "mirate", è stata raggiunta un soddisfacente cifra che ha permesso l'acquisto dell'attrezzo. L'inconveniente iniziale, purtroppo, non ci ha permesso di coprire il costo completo ma, grazie al buon cuore dei soci, dei cittadini, del 5 x mille relativo agli anni 2015 e 2016 e, soprattutto, al fondamentale contributo delle Aziende Puccetti S.p.A., Papeschi s.r.l. e Cllat S.p.A. sono stati raccolti € 2953,00 su € 3500,00. Lo spargisale è stato ritirato nei giorni scorsi direttamente dall'azienda Gamberini di Funo (Bo): si tratta di un mezzo trainato omologato, con spiccate caratteristiche di solidità e sicurezza, con una capacità di carico di Kg. 250 e con un raggio di spaglio variabile da 2 a 6 mt.; il dosatore è interamente in acciao inox ed è completo di fanaleria e lampeggiante. Lo spargisale entrerà nelle dotazioni di protezione civile di Anpana.

Read more...

LA VITA FUORI DAL NIDO

 

Guarda il VIDEO e scoprirai che certi uccellini, come i merli, le cornacchie e i corvi NON CADONO dal nido ma lo abbandonano quando è il momento di fare l'addestramento a terra anche se ancora non volano.
Se non proprio necessario intervenire, lasciamo fare alla natura il proprio corso.
L'addestramento a terra è fondamentale per la crescita degli uccellini.
Non temere, non è solo. Mamma e papà sono nei dintorni.

 

CLICCA PER VEDERE IL VIDEO SULLA NOSTRA PAGINA FB

Read more...

CANI E PRIMAVERA: ATTENZIONE ALLA PROCESSIONARIA!

"Dal mese di marzo fino a maggio è necessario porre massima attenzione, per i nostri cani, alle larve della processionaria che si trovano sugli alberi, in particolare i pini e spesso strisciano in processione appunto (da qui il nome) sul terreno. Non raramente, il cane, gioca con questi pericolosi lepidotteri sia con le zampe che con bocca, lingua e naso. Queste larve secernono un acido pericolosissimo che può portare anche alla morte. In particolare, ad aprile e maggio, le processionarie scendono dagli alberi in cerca di cibo formando lunghe file sul terreno di parchi e anche di zone urbane. La bella stagione, con aumento della frequenza delle passeggiate dei cani e la discesa di questi pericolosi lepidotteri a terra, fa si che, frequentemente, i cani, incuriositi da queste lunghe file, le tocchino e le lecchino con tutti i rischi, anche letali, che possono provocare".

"I peli delle processionarie contengono un veleno potentissimo che, a contatto con la pelle del cane, con le mucose o, peggio ancora se ingerito, può provocare gravi conseguenze che, in taluni casi, si rivelano anche letali. Spesso può svilupparsi anche un'infezione sulla lingua con conseguente caduta dell'estremità perchè andata in cancrena. Il cane, dopo il contatto con la processionaria, presenterà evidenti sintomi: irrequietezza, gonfiore lingua, necrosi lingua, febbre, vomito e febbre. In caso di contatto si raccomanda di lavare la bocca o le mucose dell'animale con acqua abbondante e bicarbonato e di portare tempestivamente il cane al veterinario per le cure del caso". Anpana raccomanda, quindi, di fare molta attenzione, in questi mesi, durante le passeggiate dei nostri amici quattrozampe: se notate file di bruchi pelosi (sicuramente si tratta di processionaria) allontanatevi il prima possibile dal posto contaminato segnalando la zona ad amici e conoscenti che la frequentano con i loro animali.

 

LEGGI LA NOTIZIA A CURA DI ANPANA LUCCA

Read more...
Subscribe to this RSS feed